Golosità

Da quando mi sono trasferita a New York mi è venuta voglia di cucinare!

Tutto il mondo sa che la patria della buona cucina è l’Italia, e noi italiani siamo fortunati perché abbiamo i nostri chef personali in casa pronti a viziarci -parlo di mamme e nonne- forse è per questo che non ho mai sentito la necessità di imparare a cucinare.
Nei mesi in cui ho vissuto a Londra, invece, cucinare è diventata un esigenza, ma non avevo molto tempo a disposizione e gli ingredienti ai quali sono abituata scarseggiavano (intorno a casa c’erano solo Tesco e Mark & Spencer, che diciamo non sono proprio il massimo in quanto a salute); inoltre in casa non avevo il forno ma il microonde e la piastra ad induzione anziché i fornelli a gas, e la cottura è abbastanza diversa. Quando si mischiano tutti questi fattori e di base non c’è la passione nel fare una cosa ecco che la creatività si azzera e ti ritrovi a mangiare pasta al sugo e cotolette precotte!
Oltre a non essere cibi sani, fanno ingrassare, così appena arrivata in America ho deciso di darci un taglio e rimboccarmi le maniche!

Nelle mie passeggiate di perlustrazione ho trovato degli ottimi supermercati che, oltre ad avere cibi biologici, dispongono di una varietà di marche italiane che ti fanno andare sul sicuro, evitando brutte sorprese!
Questo mi ha dato la spinta di mettermi ai fornelli (che finalmente sono a gas) e di riprendere a fare dolci (con il forno normale!). Mi lamentavo tanto delle cucine newyorchesi che sono, diciamo, “vintage”, ma le preferisco mille volte a quelle inglesi in stile moderno!

Allora veniamo a noi: ho voluto creare questo spazio culinario nel blog per condividere con voi le mie ricette ma, sopratutto, per poterci scambiare suggerimenti in merito, cosicché l’Agnese cuoca possa migliorare sempre di più. 😄