Scones della Regina

Gli scones sono dei dolci tipicamente British, quindi non potevo che prendere la ricetta direttamente dalla Regina Elisabetta!
L’ho trovata in un libro che mi ha regalato Daniele qualche anno fa per il compleanno che raccoglie le lettere più belle della storia, e questa ricetta fa parte di una lettera che Queen Elizabeth scrisse ad Eisenhower dopo che lui e la moglie erano stati suoi ospiti presso il castello di Balmoral in Scozia. Evidentemente la coppia americana rimase particolarmente impressionata dalla bontà di questi biscottoni tanto da chiederne la ricetta. La lettera è datata 1959.

IMG_2770
Questa è l’originale, io ho cercato di replicare esattamente la stessa ricetta ma, che la Regina mi perdoni, ci sono due o tre cose da sistemare!

IMG_2769
Ecco la traduzione con le istruzioni 

Come vi dicevo, ho trovato due o tre cosette da rettificare: la prima in assoluto è l’uso del burro; credo sia meglio usarlo a temperatura ambiente e lavorarlo con lo zucchero per rendere l’impasto più malleabile in quanto va steso per poterne ricavare le forme dei biscotti.

Altra cosa che non mi sconfinfera tanto è la farina, io ne ho usata un po’ di più, ma vai a vedere questa misura di “una tazza” a quale tazza corrisponde veramente!

Per la prima volta ho usato il bicarbonato di sodio  e il cremor tartaro al posto del comune lievito per i dolci e se posso essere sincera il sapore che danno non è dei migliori, quindi ho aggiunto un pizzico di sale.

Calcolate che questi scones sono fatti per essere conditi con burro e marmellata, miele, caramello, frutta fresca, cioccolata, sciroppo d’acero e chi più ne ha più ne metta, quindi vi potete davvero sbizzarrire.

I tempi di cottura nella ricetta non sono indicati, quindi ho dato un’occhiata su internet e mi sono trovata bene con il forno a 220° per 15 minuti.

IMG_2772

Come vedete dalla foto io ho messo dei pezzetti di cioccolata e non gli ho dato la forma perché non ho le formine coppapasta, ma se guardate in internet quelli originali sono proprio così, senza forma. Vi consiglio anche di spennellarli con il tuorlo d’uovo, cosa che io non ho fatto perché mi sono dimenticata.

Tendono a seccarsi quindi mangiateli in giornata oppure riscaldateli in forno avvolgendoli nella pellicola d’alluminio.

Alla prossima ricetta internazionale!
Bon Appétit! 😋

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.